top of page

Come il Napoli di Spalletti ha cambiato assetto tattico con l'arrivo di Kvaratskhelia


Il Napoli di Spalletti prima e dopo Kvaratskhelia.


Molti pensano al giocatore georgiano oppure a Osimhen, qualcuno a Spalletti.


Io penso proprio a Luciano Spalletti.


Parlare solo di un giocatore, piuttosto che di un altro credo sia limitativo rispetto al grande lavoro che sta facendo Spalletti.



In questa guida ti spiegherò come sia cambiato l'assetto tattico della squadra partenopea nei due anni in qui il tecnico toscano si è seduto sulla panchina napoletana.


Scoprirai anche come sia diversa la modalità di costruzione del gioco, di sviluppo a centrocampo e dell'attacco sia alla lateralità offensiva che l'attacco diretto con le due diverse terne offensive: Insigne - Mertens - Politano vs Kvaratskhelia - Osimhen - Lozano.


Le situazioni di gioco analizzata saranno diverse ma, quello che ti voglio trasmettere è il cambio di principi di gioco, ma soprattutto di mindset, che è stato effettuato.


Sei pronto? Si comincia! PS: segnati tutte le domande che vuoi farmi e poi scrivile in fondo all'articolo, nei commenti, così ti risponderò subito!



Napoli 2021/2022 vs Napoli 2022/2023


Napoli 2021/2022

1.Costruzione e sviluppo del gioco


Nel webinar sul Napoli di Spalletti che ho tenuto lo scorso lunedi (14 novembre ndr) ho parlato in particolare delle differenze tattiche del Napoli nelle ultime due stagioni portando anche delle statistiche relative a Mario Rui e ai 3 giocatori del reparto offensivo.


Partendo dalla costruzione del gioco sono emerse subito alcune differenze.


Quali?


Lascia che ti spieghi.


Partiamo analizzando il posizionamento dei giocatori del Napoli con costruzione dal fondo:


  • A sinistra e destra di Ospina i due difensori centrali (Juan Jesus e Koulibaly)

  • I due terzini Mario Rui a Zanoli lateralmente all'area di rigore

  • Lobotka centralmente fuori dall'area di rigore



Ospina gioca verticalmente in uscita verso l'abbassamento di Anguissa il quale, di prima intenzione, apre verso il terzino di parte Zanoli.


Interessante vedere il movimento di Koulibaly in uscita dalla costruzione.


Infatti, il neo giocatore del Chelsea corre diagonalmente in uscita andando a portare sostegno verso l'eventuale scarico come opzione di giocata.



Persa palla in uscita l'aspetto da notare è la compettezza in transizione negativa con l'immediata chiusura in zona palla (con atteggiamento difensivo a zona da parte degli uomini di Spalletti).


Napoli 2022/2023

1.Costruzione e sviluppo del gioco



In questa stagione la modalità di costruzione del gioco, in alcune situazioni, è variata.


Dopo il passaggio di Meret verso Kim e passagio di quest'ultimo a Juan Jesus, la costruzione è affidata ai due difensori centrali.


Come puoi vedere nell'immagine sotto Mario Rui è all'altezza della linea di centrocampo e Di Lorenzo accompagna l'azione a metà tra la linea dei due difensori centrali e la linea dei due centrocampisti Lobotka e Anguissa.


Linea a 2 a centrocampo perchè Zielinski è già oltre la linea mediana a 5 giocatori formata dai giocatori del Sassuolo.


Con questo tipo di atteggiamento quale è l'obiettivo della squadra di Spalletti?


Attaccare la lateralità offensiva con uno dei due terzini, Mario Rui e Di Lorenzo, tenendo occupati i difensori del Sassuolo con i tre attaccanti stretti dentro il campo.



Così facendo costringerà il terzino del Sassuolo ad un 1vs1 contro Di Lorenzo ed i rimanenti difensori neroverdi dovranno seguire e marcare i 3 attaccanti del Napoli.



Napoli 2021/2022

2.Costruzione e sviluppo del gioco


In questa costruzione del gioco, nella partita vinta per 1-3 a Bergamo contro l'Atalanta, vediamo come gli uomini di Gasperini vadano a chiudere Lobotka in una sorta di "gabbia" rettangolare.


Da notare il posizionamento per tutta l'ampiezza del primo terzo di campo dei giocatori del Napoli con la probabile intenzione di aprire la squadra bergamasca.



Lobotka nella passata stagione scendeva molto, anche in mezzo ai due difensori centrali, a ricevere il pallone e costruire l'azione per superare la prima linea di pressione.


Quando, come in questo caso, le squadre avversarie volevano chiudere la giocata su di lui evitando così una costruzione ragionata; il Napoli innescava la velocità del proprio trio d'attacco uscendo forte verticalmente in zona intermedia verso una delle due mezze ali.


Per trovarsi quindi ad attaccare la porta avversaria frontalmente in situazione di 3vs3 centrale (+ 1vs1 laterale che seguono)



Napoli 2021/2022

2.Costruzione e sviluppo del gioco


Anche se la situazione è sviluppata 20/25 metri avanti, rispetto alla seconda azione che ti ho illustrato della stagione precedente, possiamo notare la medesima volontà di aprire la "barriera" centrale che il Sassuolo metteva sulla trequarti campo del Napoli.


Ancora un volta si può notare come Lobotka non si abbassi a ricevere il pallone ma le rotazioni a centrocampo, con Anguissa che scende e Zielinski che sale come vertice alto del triangolo di centrocampo, sia alla base dell'uscita dalla prima linea di pressione.


L'uscita è laterale e, ponendo l'attenzione su Lozano sul lato debole il quale mantiene pericolosa l'opzione attacco al lato opposto, vediamo come la densità di giocatori su lato palla sia precisa con 3 opzioni di giocata al portatore palla.



L'azione viene chiusa dal Sassuolo è il pallone viene mantenuto palleggiando con il centrocampo per imbastire una nuova situazione offensiva con Lobotka faro di tutte le situazioni di "smistamento" palla.



Nel frattempo Mario Rui partecipa sempre più attivamente a quelle che sono le situazioni offensive e non solo sulla corsia laterale.



Come puoi vedere nell'immagine sotto Mario Rui si è accentrato posizionandosi sulla linea degli attaccanti con Kvaratskhelia in ampiezza e Zielinski tra le linee



Questo inter-scambio di posizione Mario Rui - Kvaratskhelia è importante per due aspetti:


  1. lascia la corsia laterale libera per la cavalcate dell'esterno georgiano

  2. offre una opzione differente di attacco a Mario Rui rispetto alla passata stagione (come potrai poi vedere nel bonus statistico)



A valorizzare quanto scritto quest'ultima immagine dove puoi vedere Mario Rui in area di rigore a puntare il difensore del Sassuolo con Kvaratskhelia in inserimento alle spalle.



Napoli 2021/2022

Il comportamento durante la fase di transizione


In questa immagine, siamo sullo 0-1 per il Napoli al minuto 33, la squadra di Spalletti perde il pallone in uscita e, immediatamente, vediamo come Lobotka vada a portare contro-pressing per il recupero del pallone.


3 giocatori, i più vicini al pallone, vanno in transizione negativa, mentre due giocatori a "rimorchio" seguono l'evolversi della transizione posizionandosi come eventuali sostegni per una nuova transizione offensiva.



L'azione, una volta recuperata palla, si sviluppa però su lato opposto e, con un passaggio diagonale in zona intermedia, Koulibaly gioca supera velocemente la forte pressione atalantina.


Importante lo scambio di posizione Politano/Anguissa che libera spazio per la mezzala del Napoli


Ancora una volta il Napoli si trova in superiorità numerica, o comunque sempre in superiorità posizionale, andando ad attaccare fronte porta la difesa atalantina finalizzando l'azione sul lato opposto sfruttando la dinamicità offensiva del trio d'attacco Insigne - Mertens - Politano



Napoli 2022/2023

Il comportamento durante la fase di transizione


L'immagine sotto analizza in particolare la transizione offensiva del Napoli di Luciano Spalletti nella partita giocata contro il Bologna.


Un aspetto da notare, in chiave difensiva, è il numero di giocatori che nell'ultimo terzo di campo difendono contro una rimessa laterale felsinea.


Come puoi notare nell'immagine tutti i giocatori del Napoli stanno difendono in questa fase di gioco.


Minuto 14, risultato 0-0


Questo atteggiamento porta il Napoli a recuperare il pallone e partire immediatamente in transizione offensiva.


I difensori del Bologna "scappano" andando a difendere la propria metà campo in situazione di 3vs2 a favore ma in inferiorità posizionale.



La ripartenza di Kvaratskhelia è devastante.


Dalla zona in cui è partita, nella precedente immagine, lo troviamo in area di rigore del Bologna in 8'' progressione palla al piede contro il temporeggiamento dei difensori del Bologna.


Un aspetto molto interessante da notare è, superato il diretto avversario in area di rigore, l'angolo visivo con possibilità di tiro in porta.



Prima di addentrarci in alcuni dati statistici a confronto tra le due stagioni (sino a questo momento ovviamente) possiamo identificare alcuni aspetti differenzianti delle due stagioni di Spalletti a Napoli:


- la costruzione del gioco prevedeva l'abbassamento di Lobotka al centro dei due difensori centrali, mentre ora i due difensori centrali (con Kim al posto di Koulibaly) salgono ed impostano prendendo più campo


- i centrocampisti del Napoli, rispetto alla scorsa stagione, effettuano un maggiore numero di rotazioni e consentono a Zielinski di essere più "attivo" in zona intermedia


- Mario Rui, il quale ha sempre avuto attitudini offensive, attacca anche in zona intermedia rispetto alla "tutta fascia" a cui eravamo abituati


- il trio d'attacco Insigne/Mertens/Politano aveva caratteristiche differenti rispetto a Kvaratskhelia/Osimhen/Lozano. Dalla rapidità, attacco allo spazio frontale, accentramenti per il tiro in porta si è passati ad un trio d'attacco (senza dimenticare Lozano/Raspadori/Simeone e lo steso Politano) assortito con un mix di qualità tecnica, forza ed esposività.




Dati statistici Mario Rui e dei 3 attaccanti in entrambe le stagioni


Il primo dato che voglio analizzare, prima di passare alle statistiche dei singoli giocatori è globale a livello di squadra (statistiche prese da report Wyscout)


Nella immagine che vedi sotto, tratta dalla partita Atalanta vs Napoli 1-3 dell'Aprile scorso, voglio portarti all'attenzione due aspetti:

  1. il possesso palla

  2. le azioni offensive per minuto

lascio che la guardi, pensi e trai le tue conclusioni


Allo stesso modo inserisco anche l'immagine delle statistiche della partita Napoli vs Sassuolo 4-0 di questa stagione.



Lo dico prima io.


Sono due partite diverse, giocatori diversi, avversari diversi, periodi diversi.


Tutto vero, ma...


I due aspetti che ti ho scritto di porre attenzione personalmente mi hanno colpito subito.


Contro l'Atalanta il Napoli vince, ma con un possesso palla inferiore del 10% rispetto alla squadra di Gasperini, mentre contro il Sassuolo, dove vince 4-0 il possesso palla è addirittura del 61%.


Non è solo possesso palla.

Non è solo mantenimento sterile del pallone.


Spalletti ha ulteriormente rimarcato l'identità di gioco della sua squadra, dei propri giocatori andando, mia personale opinione, a aumentare l'efficacia dei giocatori di centrocampo alzando il baricentro di gioco.


Le prossime due immagini vanno a confermare quanto ti sto scrivendo.


In questa immagine (Napoli 21/22) si nota come il baricentro delle azioni offensive del Napoli sia verso il primo terzo di campo con una costruzione più articolata proprio nella prima linea di pressione avversaria.

Nella seconda immagine invece è evidente l'alzamento del baricentro della squadra di Spalletti con fraseggi nel secondo terzo di campo e una maggiore occupazione del settore offensivo aumentando le situazioni in quel settore dell'8%

Andiamo infine a vedere i cambiamenti nei singoli giocatori prendendo come riferimento un "difensore", Mario Rui, e le due terne di attaccanti delle due stagioni di Spalletti


Mario Rui

2021/2022

2022/2023


Trio d'attacco Insigne/ Mertens/ Politano


Insigne


Mertens


Politano



Trio d'attacco Kvaratskhelia/ Osimhen/ Lozano

Kvaratskhelia

Osimhen

Lozano


DOMANDE DI RECAP

Alcune domande per metterti alla prova e verificare di aver appreso tutto in maniera efficiente.


- Come costruiva il gioco il Napoli di Spalletti lo scorso anno?

- Come lo costruisce quest'anno?

- Quale è stato il cambio tattico pensato da Spalletti per Lobotka?

- Quanto e come si è alzato il baricentro del gioco del Napoli?

- Come è cambiato il posizionamento di Mario Rui?

- Quali sono gli aspetti che contraddistinguono le due terne offensive nelle due stagioni?


E ORA TOCCA A TE

Guardando le immagini dei posizionamenti offensivi di Mario Rui e le due terne offensive (duelli vinti e duelli persi nelle diverse zone del campo) cosa puoi osservare? Mi piacerebbe conoscere il tuo pensiero.


Lascia un commento!


Prima di salutarti ti lascio il link di un articolo sulla costruzione del gioco del Brighton di Roberto De Zerbi che può esserti utile


Leggi l'articolo qui


Un abbraccio

Alessandro e Sara

 

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento qua sotto.

Ogni tuo feedback è importante per noi!




コメント


bottom of page