top of page

Come allenare all'estero: 9 aspetti da conoscere


Alessandro Recenti allenatore

Questo post è pieno di consigli e suggerimenti da conoscere per chi, come me, abbia l'idea di allenare all'estero.


Una lettura importante se sei interessato a intraprendere una carriera da allenatore fuori dal nostro paese.


Albania, Ungheria e Svizzera i paesi esteri dove ho lavorato, in 16 anni di carriera da allenatore, ed ora voglio condividere con te 10 aspetti che devi assolutamente conoscere.


Ti rivelerò una notizia interessantissima: ogni giorno ci sono offerte di lavoro da ogni parte del mondo dove ricercano allenatori, video analisti, istruttori per academy, preparatori fisici ed allenatori dei portieri.


Una pagina Instagram che ti consiglio di seguire è Viaggio Calcistico dell'amico Davide Reffatto.


Troverai storie di allenatori che hanno costruito la propria carriera all'estero e offerte di lavoro per allenatori.


Ma veniamo a noi, ecco 10 aspetti fondamentali che ho vissuto, sperimentato compreso e quindi stilato per te che magari potresti avere l'idea di uscire dall'Italia per allenare.


Iniziamo!


Conoscenza della lingua inglese. La conoscenza della lingua inglese è fondamentale per comunicare efficacemente con giocatori, dirigenti e media. Questo include la capacità di parlare, leggere e scrivere in inglese, oltre ad avere una buona comprensione della cultura e delle tradizioni del paese.

La capacità di comunicare in modo efficace aumenta la fiducia e la credibilità come allenatore e facilita la costruzione di relazioni positive con tutte le parti interessate. Io stesso tutt'oggi seguo un corso di inglese on-line (due volte a settimana) tramite la piattaforma e-learning Cambly.

Altrettanto importante la conoscenza della lingua locale e la volontà di volerla imparare.

Quando ho lavorato in Ungheria, pur essendo la terza lingua più difficile da imparare al mondo, mi sforzavo di saluta e ringraziare in lingua locale.


Mentalità aperta. Essere disposti ad adattarsi a nuove culture, tradizioni e stili di gioco e di allenamento è importante per avere successo come allenatore all'estero.

Questo include la capacità di lavorare con giocatori di culture diverse, di adattarsi a nuovi stili di gioco e di essere flessibili nell'affrontare le sfide che possono emergere nel nuovo ambiente di lavoro.

Avere una mentalità aperta aiuta a costruire relazioni positive con i giocatori e i dirigenti e a sviluppare una solida reputazione come allenatore all'estero.


Conoscenza del calcio locale. Comprendere la cultura calcistica del paese e delle squadre locali aiuta a adattarsi meglio e a fare una buona impressione sul nuovo ambiente di lavoro. Questo include la conoscenza dei giocatori di talento, delle squadre più competitive e delle competizioni calcistiche locali. Conoscere il calcio locale aiuta a sviluppare una solida comprensione delle opportunità e delle sfide del mercato calcistico locale, oltre a creare una base solida per lo sviluppo di relazioni positive con i giocatori e i dirigenti delle squadre.


Dico sempre una cosa: "un allenatore che allena all'estero si deve ricordare che è un ospite"


Networking. Costruire una rete di contatti nella comunità calcistica locale può aiutare a trovare lavoro e ottenere opportunità di crescita professionale. Questo include la partecipazione a eventi calcistici locali, la costruzione di relazioni con allenatori e dirigenti di squadre locali e la creazione di un profilo online sui social media per promuovere il proprio lavoro (LinkedIn la piattaforma di riferimento).

Il networking aumenta la visibilità come allenatore e aumenta le opportunità di lavoro all'estero.


Conoscenza delle leggi sul lavoro. Ogni paese ha le proprie leggi sul lavoro e un allenatore deve conoscerle per evitare problemi legali. Questo include la fiscalità, la sicurezza sul lavoro e la protezione dei diritti dei dipendenti. Conoscere le leggi del paese in cui si lavora aiuta a garantire che tutte le attività siano svolte in modo legale e a evitare eventuali problemi che potrebbero impedire di svolgere il proprio lavoro con successo. Il consiglio è di farsi seguire da un legale per ogni passo della stesura del contratto collaborativo.


Esperienza internazionale. L'esperienza di lavoro all'estero è un vantaggio per coloro che cercano opportunità di lavoro in altri paesi. Questo include l'aver lavorato in altre squadre di calcio all'estero, aver partecipato a competizioni internazionali e aver lavorato con giocatori di diverse nazionalità. L'esperienza internazionale dimostra la capacità di adattarsi a nuove situazioni e di lavorare con successo in un ambiente globale.


Conoscenza della tecnologia. La tecnologia sta cambiando il modo in cui il calcio viene giocato e allenato, quindi è importante che gli allenatori siano al passo con i tempi. Questo include la capacità di utilizzare software di analisi delle prestazioni, di registrare e di visualizzare video di allenamento e di partite giocate, e di utilizzare strumenti di comunicazione avanzati. La conoscenza della tecnologia aiuta a migliorare la qualità del lavoro come allenatore e a creare un vantaggio competitivo.


Passione per il calcio. La passione per il calcio è fondamentale per avere successo come allenatore. Questo include l'amore per il gioco, la comprensione della sua importanza sociale e culturale e la motivazione a migliorare continuamente come allenatore. La passione per il calcio aiuta a mantenere la motivazione e l'entusiasmo per il lavoro, nonché a motivare i giocatori e a ottenere i migliori risultati possibili.


Formazione continua. La formazione continua è importante per mantenere le competenze e le conoscenze all'avanguardia. Questo include la partecipazione a corsi di formazione, la partecipazione a conferenze e workshop e la ricerca di nuove metodologie di allenamento e di gioco. La formazione continua aiuta a mantenere la propria competitività come allenatore e a migliorare continuamente le proprie abilità e conoscenze. Inoltre, è un modo per dimostrare la propria dedizione al lavoro e per mantenere un atteggiamento positivo e motivato.


A questo proposito ti lascio il link di una mattina di formazione, dove sarò il relatore, che organizzeremo sabato 25 febbraio a Torre Boldone (Bg) dalle 9 alle 12.


Durante la mattinata proporrò in campo alcune esercitazioni ispirate dai principi di gioco di quattro grandi allenatori della Premier League: Guardiola, De Zerbi, Klopp e Arteta.


Per partecipare clicca qui


In sintesi, per lavorare con successo all'estero, un allenatore di calcio deve avere una buona conoscenza delle lingue straniere, una mentalità aperta e flessibile, un'esperienza internazionale, una conoscenza della tecnologia, una passione per il calcio e una formazione continua.


Con queste competenze e conoscenze, un allenatore che ha intenzione di iniziare una carriera longeva all'estero potrà avere successo e sviluppare una solida reputazione.


Non si smette mai di imparare dagli altri, nemmeno all'estero.

Proprio per questo, l'ultimo punto è il tuo punto. Scrivi il tuo sogno di lavorare all'estero o la tua esperienza come allenatore all'estero nei commenti.


Oppure se hai domande o curiosità su altri aspetti per allenare all'estero risponderò con piacere.


Un abbraccio


Alessandro e Sara





323 visualizzazioni0 commenti

コメント


bottom of page