top of page

5 punti chiave per conoscere il 3-4-3 di Xavi


In questo articolo voglio farti scoprire la tattica e filosofia di gioco di uno dei più grandi centrocampisti della storia del calcio moderno che è diventato allenatore.


Quello che imparerai in questo articolo ti permetterà di comprendere come nasce il calcio di Xavi e come trasmette il suo pensiero calcistico alla squadra.


Sei pronto? Si comincia!


“Ci sarà un Prima di Xavi e un Dopo di Xavi.” - Hristo Stoichkov


Xavi è stato la mezzala di possesso che ha cambiato il calcio internazionale negli ultimi 30 anni.


Con 767 presenze, secondo solo a Messi, era il cervello del Barcellona.


Un tuttocampista con qualità di regista, una mezzala con qualità di gestione palla e di verticalizzazione.


Ma quale è il pensiero tattico di Xavi da allenatore?


Il segreto del calcio di Xavi: in molti si chiedono se porterà al Barcellona le idee di quando era calciatore.


Lui stesso dice che vuole dominare la partita attraverso il possesso della palla.


É ossessionato dalla possessione della palla!


Come è organizzato il 3-4-3 di Xavi?


Lascia che ti spieghi


(Liberamente ispirato da una masterclass di Xavi per The Coaches' voice.)


Ciao sono Alessandro Recenti vice allenatore di Paolo Tramezzani all'Fc Sion.


Sono partito dall'oratorio sino ad arrivare in serie A viaggiando per l'Europa.


Ho lavorato in una squadra storica come l'Honved Budapest in Ungheria e sono stato il vice allenatore a Lugano sempre in Svizzera.


L'esperienza in Albania nelle nazionali giovanili è stata la prima fuori Italia, mentre allenare il Ravenna in serie B femminile è stata quella più formativa.



Punto 1. Come è organizzato il 3-4-3 di Xavi in fase offensiva?

Contro il 4-4-2 (come negli esempi) quando la squadra ha la palla l'aspetto più importante è aprire il campo in ampiezza il più possibile ed utilizzare la profondità allo stesso tempo.





Focus tattico:

  • tiene gli esterni aperti in ampiezza

  • tiene il centroavanti in mezzo ai due difensori centrali avversari

  • tiene i due centrocampisti centrali nel "quadrato". Formato da il terzino, difensore centrale, esterno offensivo, centrocampista centrale della squadra avversaria

  • Mantiene superiorità numerica con i 3 difensori centrali contro i 2 attaccanti avversari.


Se invece la squadra avversaria tiene alto e stretto 3 giocatori offensivi





  • vuole la superiorità numerica 4vs3 data da due difensori centrali più i 2 esterni di centrocampo.

  • vuole la superiorità nel rettangolo centrale data dal centrale di difesa e i due centrocampisti centrali contro i due centrocampisti centrali avversari.

L'obiettivo della ricerca continua della superiorità numerica è la volontà di mantenere sempre palla per generare numerose occasioni offensive.


Punto 2. Costruzione del gioco con palla al portiere

Nella situazione di costruzione del gioco c'è un aspetto che deve essere delineato.

Infatti Xavi tiene i propri esterni offensivi aperti, sulla stessa linea della punta centrale, per tenere bassi i 4 difensori della squadra avversaria.




Si crea così una situazione di 8vs6 (portiere + 3 difensori centrali + 2 centrocampisti centrali + 2 laterali di centrocampo) nella propria metà campo con 2 giocatori liberi a proprio favore.

Tutti sanno esattamente dove dove si troverà l'uomo libero quando la squadra avversaria andrà a pressare alto.

Addentriamoci però nello specifico.

Possiamo vedere due diverse tipologie di costruzione del gioco partendo dal portiere.


Tipologia costruzione 1

Nella prima situazione saranno i due difensori centrali ad abbassarsi ai lati del portiere per ricevere la palla con il terzo difensore centrale che si posizionerà esternamente fuori dall'area da una parte ed uno dei due centrocampisti centrali che si aprirà dalla parte opposta.




Tipologia costruzione 2


Nella seconda situazione sarà uno dei due centrocampisti centrali ad abbassarsi al lato del portiere, insieme ad un difensore centrale, per dare inizio al gioco.

Tenendo così gli altri due difensori aperti e centralmente un solo centrocampista.

Se un giocatore avversario volesse salire, il numero 9 nell'immagine, a portare pressione centrale rimarrebbe un proprio giocatore libero (l'esterno destro nel cerchio rosso).

In qualsiasi modo la squadra avversaria crei pressione rimarranno sempre 2 giocatori liberi.





Punto 3. Sviluppo del gioco a centrocampo

Quando le squadre di Xavi si trovano di fronte ad una squadra che tiene il blocco difensivo basso predilige un attacco posizionale e, come ripete più volte, l'obiettivo principale del suo gioco è posizionarsi il più possibile nella metà campo avversaria.


Ipotizzando che la squadra avversaria si difenda con un 5-4-1; l'attacco posizionale è mirato a creare superiorità numerica a partire dal difensore centrale incaricato di sviluppare il gioco.


Allo stesso tempo chiederà la massima attenzione ai due difensori centrali verso l'attaccante che rimarrà alto per una eventuale transizione negativa.






Creare superiorità numerica centralmente è la chiave del modello di gioco di Xavi.

Perchè è così importante?

Se il centrocampista centrale avversario esce a pressarlo il proprio centrocampista avrà più possibilità di attaccare la linea difensiva avversaria.





Punto 4. Movimenti ed attacchi allo spazio per finalizzare il gioco


Negli ultimi 22/25 metri le soluzioni che cerca solo il tiro da fuori area, l'1/2 con la punta e l'1vs1 diretto con l'avversario.


Se invece la squadra avversaria stringe forte centralmente l'obiettivo sarà creare superiorità numerica lateralmente.






Si possono creare così tra soluzioni:

  • Apertura all'esterno di centrocampo creando così una situazione di 2vs1 con l'esterno offensivo di parte.

  • Passaggio all'esterno offensivo per creare un nuovo 2vs1 in zona intermedia con il centrocampista centrale che si è smarcato.

  • Giocata diretta alla punta centrale se il difensore centrale avversario dovesse seguire il nostro centrocampista in zona intermedia, rompendo così la linea difensiva.

Se il centrocampista centrale avversario esce sul portatore palla, negli ultimi 25 metri, potremo trovare un doppio movimento d'inserimento da parte di esterno offensivo e centrocampista centrale trovando spazio tra le 2 linee di pressione.






Punto 5. Fase difensiva: pressione alta e attacco alle seconde palle


L'obiettivo di Xavi in fase difensiva è di recuperare il prima possibile la palla per andare a creare una nuova situazione offensiva.





Prima linea di pressione


La prima linea di pressione è così organizzata


  • La punta centrale andrà a pressare il difensore che, in costruzione, riceverà palla dal portiere

  • Il centrocampista diagonale all'uscita della punta andrà a pressare l'altro difensore in costruzione.

  • Il difensore centrale scenderà sul centrocampista avversario al limite dell'area.

  • Il difensore sinistro scenderà sull'altro centrocampista.

Il compito del centrocampista che andrà in pressione dopo il movimento della punta sarà quello di chiudere la linea di passaggio al difensore , da parte del portiere, per far uscire la palla dal lato di pressione della punta.


Attacco alla seconda palla


Se dopo la pressione organizzata il portiere avversario rilancia lungo tutti i giocatori devono stare 1 metro dal diretto avversario per attaccare la seconda palla.


Il motivo?


Nel caso di riconquista seconda palla la squadra è pronta ad effettuare una immediata transizione positiva sfruttando il numero di giocatori nella metà campo avversaria.


Qualora non dovessero riuscire a recuperare la seconda palla avrebbero le distanze corrette per un'organizzazione difensiva immediata.


"È troppo importante tenere palla. lo inculco tutti i giorni che abbiamo interesse a tenere palla. Noi ci organizziamo perchè dipendiamo dal pallone".

Xavi


I contenuti che ho condiviso all’interno di questa guida sono solamente una piccola parte di quello che troverai all’interno di Top Coaches Generation.



È impossibile pensare di capire i pensieri tattici di grandi allenatori da un semplice articolo.


Ti ho dato un assaggio dei degli aspetti principali più importanti del pensiero tattico di Xavi.


Ti ho fornito la migliore introduzione che tu possa trovare sui suoi principi di gioco di Xavi.


Rispondo ora alla tua domanda.


Che cos’è Top Coaches Generation?


Top Coaches Generation è nato come un semplice gruppo Facebook sui migliori allenatori europei.



Al suo interno pubblico esercitazioni, analisi tattiche e video sui migliori allenatori del panorama calcistico europeo.



Spero che tu possa provare lo stesso interesse che provo io quando studio i principi i gioco di grandi allenatori come Xavi.


Non c’è niente di più bello e potente che imparare e trovare ispirazione da loro.


Quando studi, migliori.


Quando migliori, cresci


Un abbraccio,


Alessandro



Sarei veramente contento se tu lasciassi un commento con qualche tua opinione qui sotto il post.




Se questo articolo ti è piaciuto lascia un commento sotto.


All'interno del sito troverai articoli come questo da studiare e condividere.


Un abbraccio,

Alessandro e Sara



 

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento qua sotto.

Ogni tuo feedback è importante per noi!




Comments


bottom of page