top of page

Come allenare le Tecniche di base per il passaggio lungo


Le trasmissioni a parabola, o “passaggi lunghi”, sono quei passaggi destinati ad un

compagno di squadra che si trova ad almeno 30 metri dal portatore di palla.


La riuscita di questa abilità tecnica non è semplice e immediata.


Nelle partite dei più giovani infatti non si vedono spesso passaggi lunghi.

Un’ipotesi è che la visione di gioco dei ragazzi è più ristretta.


Un’altra che il campo visivo è poco ampio.



Le trasmissioni a parabola, o “passaggi lunghi”, sono quei passaggi destinati ad un  compagno di squadra che si trova ad almeno 30 metri dal portatore di palla.
Credit: Direzione Ostinata

Di sicuro a livello fisico possiamo affermare che un bambino non ha la forza per

inviare il pallone a svariate decine di metri di distanza.


Ce lo confermano i cross: è difficile vedere un bambino tirare il pallone dall’angolo fin davanti la porta.


Perché i più giovani si trovano davanti a queste difficoltà?


  • Durante il contatto piede/palla la caviglia non è abbastanza rigida, subisce

l’impatto e non riesce a imprimere la forza necessaria.


  • La postura è sbagliata: il piede d’appoggio non è a lato del pallone, ma dietro.

Questo fa sì che il piede di tiro continua il movimento e si trova in fase di

risalita al momento dell’impatto piede/pallone, impedendo una corretta

traiettoria del tiro.


Il tuo obiettivo come Allenatore è eliminare queste difficoltà aiutando i tuoi ragazzi a migliorare la postura e rafforzare la caviglia.



Le 3 NORME TECNICHE per eseguire il passaggio lungo


1. La potenza

La potenza è il risultato di una forza associata ad una velocità.


Ecco come ottenere la massima potenza in 3 STEP:


  • Raggiungere la massima estensione della gamba di tiro

  • Avere un appoggio a terra di alta qualità (effettuato con gamba leggermente flessa)

  • Effettuare il tiro con la maggiore velocità possibile (la velocità della

gamba di tiro stabilisce la velocità del tiro stesso)



2. Il volo

Far volare la palla a 30 metri di distanza richiede di stabilire una traiettoria aerea.

Questo è fondamentale per 2 ragioni:

  • Gli avversari non possono intercettare un pallone che vola al di sopra

della loro capacità di intercettazione (non devono riuscirci nemmeno

saltando).

  • Il pallone in aria viaggia a maggior velocità che a terra e quindi arriva

prima a destinazione. Questo permette di avere un gioco veloce e

conquistare uno spazio libero prima che l’avversario possa intromettersi.



I 3 elementi tecnici necessari per dare alla palla la migliore

traiettoria al passaggio lungo


I. Il punto di impatto piede/pallone deve collocarsi sotto l’equatore del pallone.

Prediligere un tiro collo piede con l’estensione del piede.


II. Non flettere la caviglia perché il piede non riuscirebbe a collocarsi sotto l’equatore del pallone.


Se così fosse allora si assiste ad un tiro di punta che non dà al pallone una traiettoria né aerea né precisa.


III. Orientare il busto verso il punto in cui si vuole tirare.

Nel caso di una traiettoria aerea il busto va orientato verso l’alto.


3. La precisione

Quando si passa la palla ad un compagno il tiro deve essere il più preciso

possibile.


Solo così facendo chi riceve il pallone può eseguire con velocità un gesto

tecnico.


Ecco perché il passaggio deve essere calibrato e preciso al millimetro!


In un secondo tempo il ricevente deve posizionare il piede d’appoggio in

prossimità e altezza del pallone, mentre il piede di tiro deve orientarsi in

perpendicolare al luogo in cui si mira.


Sviluppo Pratico


Ecco una situazione per sviluppare la trasmissione a parabola.


SITUAZIONE 1


L'obiettivo di questo esercizio è la realizzazione in forma giocata.


ORGANIZZAZIONE

  • Opposizione tra 2 squadre che possiedono ciascuna 2 appoggi

  • Creare in campo 2 zone interdette di 12 metri di larghezza

  • Cambiare gli appoggi ogni 4 minuti

  • Durata totale 16 minuti


ISTRUZIONI

 Effettuare un passaggio ad un compagno pivot sopra la zona interdetta

 N.B. Il pallone non deve rimbalzare nella zona tratteggiata


Il 2 marzo inizierà il percorso per diventare Maestro di Tecnica per la prima volta in Lombardia.


Ivan Zauli ti mostrerà la strada per poter apprendere nuove competenze per il tuo miglioramento come allenatore.


Qui il link per le informazioni e per iscriversi al corso https://www.coachesblog.net/percorsomaestroditecnica


Un abbraccio

La Coaches Family

89 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page