top of page

Il gegenpressing come strategia di riconquista palla

Alessandro Recenti

Manuale

Il gegenpressing, è il pressing immediatamente successivo alla perdita del possesso palla. Oltre ad essere un’azione collettiva di squadra è un atteggiamento mentale di volontà di riconquista.

Rimani aggiornato.

Iscriviti gratuitamente a Coaches! o accedi per scaricare questo contenuto in PDF e leggerlo quando preferisci.

CASE HISTORY

Il Liverpool di Jurgen Klopp

Per Jürgen Klopp

“Il Gegenpressing è il miglior playmaker della squadra”.


TRANSIZIONI NEGATIVE

Come abbiamo detto poco fa le transizioni negative Interpretate con i princìpi del ‘gegenpressing’ aumentano notevolmente l’efficacia offensiva della squadra perché permette di andare a recuperare palla più vicino alla porta avversaria e, di conseguenza, di essere molto più pericolosi una volta tornati in possesso di essa.


Anche nella zona di campo dell’immagine il recupero palla immediato permette di sorprendere la squadra avversaria che, se non effettua le giuste coperture preventive, si trova scoperta ed è dunque più vulnerabile.


Quando invece la squadra avversaria è in grado di superare il contropressing l’atteggiamento della squadra di Klopp è quello di ripiegare verso la propria porta velocemente.


Prima linea di pressione


La squadra di Klopp in fase di non possesso si schiera con un 4-1-2-3 con gli esterni d’attacco Manè e Salah attenti a chiudere le linee di passaggio esterne verso i terzini spagnoli Marcelo e Carvajal, e la punta centrale Firmino a fare da schermo per impedire l’imbucata centrale.


L’obiettivo di tutti e 3 i giocatori offensivi del Liverpool, almeno in fase di inizio dell’azione del Real Madrid, non era quella di aggredire il portatore di palla ma solo di impedirgli la giocata corta chiudendo le possibili linee di passaggio.


Seconda linea di pressione

Quando gli avversari riuscivano a trovare i loro centrocampisti ,le due mezze ali Milner,Wijnaldum e il regista Henderson, avevano il compito di accorciare velocemente verso il portatore di palla costringendoli a non girarsi fronte alla porta.


Soprattutto nella prima fase della partita questo lavoro è stato fatto in maniera eccellente così che il trequartista avversario Isco doveva spesso defilarsi, soprattutto sulla sinistra, per cercare di ricevere palla.


Milner esce alto in pressione su Modric impedendogli di girarsi mentre Henderson e Wijnaldum gli danno copertura.


Quali sono gli adattamenti in fase di non possesso palla che portano alla conseguente applicazione del contropressing?


Uscita forte difensore centrale

Quando erano invece le punte ad abbassarsi a ricevere il pallone il difensore di riferimento si alzava in pressione fin sopra la metà campo con altri 3 compagni in zona palla per cercare l’immediato recupero della stessa.


Lovren esce fino alla trequarti in pressione su Cristiano Ronaldo.


Dopo l’uscita dal campo di Salah fino al momentaneo pareggio di Manè, anche per una ragione psicologica di dover rinunciare al suo miglior giocatore in stagione, la squadra non è più riuscita ad avere la stessa aggressività che l’aveva contraddistinta fino a quel momento abbassando notevolmente il suo baricentro.


Manè si accentrava troppo, costringendo ad uscire su Marcelo Wijnaldum, il quale però arrivava con ritardo lasciando così spazio al terzino brasiliano, di poter impostare con calma.


Coperture preventive

I difensori della squadra inglese attuano una copertura preventiva accorciando in avanti sull’ avversario quando ancora non è entrato in possesso della palla.


In generale, come filosofia dell’intera squadra è quella di marcare in maniera aggressiva, per esempio, facendo salire il difensore centrale in maniera preventiva ad impedire la linea di passaggio verticale.


Van Dijk esce aggressivo su Benzema prima che lo stesso abbia ancora ricevuto la palla.


Come attua il pressing il Liverpool di Klopp?

Pressing in zona alta

In primo luogo, è possibile spingere l'avversario in alto sul campo. Da un lato, questo riduce la distanza dalla porta avversaria offrendo meno spazio dietro l'ultima linea di difesa.


Nella situazione dell’immagine, il Liverpool può segnare dopo aver riguadagnato il possesso in zona alta. Mentre il giocatore del Liverpool intercetta un passaggio, solo due difensori sono posizionati tra porta e pallone.


Pressing in zona mediana

II Liverpool di Klopp ad esempio, ha utilizzato anche un pressing in una mediana per battere il Manchester City in Premier League.


Questo ha impedito al Liverpool di essere bloccato nella propria metà campo. Inoltre, ha permesso al reparto d'attacco composto da Mohamed Salah, Sadio Mané e Roberto Firmino di sfruttare lo spazio disponibile nella metà campo del City.


Disposizione in fase di non possesso palla nella propria metacampo

Nella propria metà campo il Liverpool mantiene il modulo di base 4-3-3 con tutti gli effettivi che si abbassano sotto la linea della palla ma sempre pronti ad uscire in pressing. La punta centrale esce sui difensori centrali costringendoli ad effettuare una giocata verso i terzini che verranno marcati dai due esterni offensivi (Manè e Salah). Le due mezze ali, invece, hanno il compito di uscire in marcatura sui due centrocampisti centrali.


In generale, la forza del Liverpool in fase di non possesso è la completa disponibilità di tutti i giocatori al sacrificio ed al ripiegamento difensivo mantenendo sempre la squadra corta e pronta all’immediato recupero palla. I tre giocatori offensivi sono i primi ad attaccare l’avversario una volta persa palla e questo non permette agli avversari di iniziare la manovra in semplicità ma in continuo affanno.


Questo atteggiamento, però, potrebbe portare dei problemi una volta superata la prima linea di pressing perché si creano degli spazi in cui gli avversari potrebbero essere pericolosi.


Guardiola e Klopp: simili o diversi?

Come i Top Coaches europei chiedono di attuare il Gegenpressing?

PEP GUARDIOLA

Orientandosi sulle linee di passaggio, permettendo cioè al portatore di effettuare un passaggio che viene spesso intercettato visto il controllo esercitato sulle linee di passaggio a sua disposizione.


JURGEN KLOPP

Orientandosi sul portatore di palla, la palla stessa e lo spazio circostante in modo da esercitare la maggiore pressione possibile.

bottom of page